CV CLAUDIA BONOLLO (italiano)

visio_smaragdina, installazione, Claudia BonolloArtista, architetto, Colour Consultant e ricercatrice di formazione multidisciplinare. Da sempre combina il suo percorso artistico con una ricerca sull’atto creativo in tutte le sue possibili declinazioni, alternando l’attività di ricerca con la sperimentazione in qualsiasi ambito creativo.

Nel 1990 si laurea in Architettura all’Università di Venezia, con 110 e Lode con una tesi sull’ “Immaginario della città nel cinema: 8 luoghi-non luoghi della rêverie”. Nel 1993 si diploma con menzione di onore alla I.U.A. (Università Internazionale d’Arte) con una tesi sulla “Comunicazione sociale e il cinema.”

PORTFOLIO_CITTA_3

Gli anni veneziani saranno fondamentali per sviluppare una sensibilità al colore e alle sue modulazioni. Nelle lunghe passeggiate osservando le metamorfosi del cielo e i riflessi di luce sulla laguna nascono i libri di artista, i quadri e i mosaici di carta che si possono comporre senza limite e sfociano nelle sue prime collezioni cromatiche. In questo periodo, comincia a dedicarsi allo Studio de I Ching, dipinge il Kesa (il manto sacro) e i tappettini per la meditazione nelle cerimonie buddiste. La sua visione personale del Kesa, al principio molto discussa, nessun artista aveva mai dipinto un manto sacro, viene scelta personalmente dal Maestro Taiten del Monastero Buddista Zen di Fidenza.

Collabora con un gruppo di musicisti a performance innovatrici di video-arte e dedicando un’opera al massacro di Tiennamen: “Il Grande Fuoco”.

Realizza una scenografia mutevole e sperimentale per la compagnia di danza Elleboro al Teatro Lirico di Reggio Emilia.

Partecipa ai “laboratori liberatori” di Bruno Munari, una delle esperienze più importanti nella sua formazione.

Scrive per diverse publicazioni su temi legati alle utopie necessarie in architettura, ed è uno dei soci fondatori di una della prime riviste filosofiche veneziane: Qunst.

Nel 1998 frequenta a Berlino il workshop intensivo “La rappresentazione in Architettura” a cura dell’architetto Peter Cook. Nel 1991 assiste alle lezioni del corso in progettazione a Londra “Turkish Bath at Regent’s Park” anch’esso diretto da Peter Cook alla Bartlett School of Architecture e presenta il suo lavoro alla Städel Schule di Francoforte.

In questa fase, si aprono nuove opportunità lavorative in Spagna: realizza il progetto e il pavimento visionario del Museo degli Angeli a Turégano (Segovia), un centro di produzione cinematografica in Galizia e diversi progetti nella capitale madrilena, fino a stabilirsi alla fine a Madrid nel 1999.

Nel 2000 frequenta il Dottorato in Teoria, Disegno e Progetto alla E.T. Superior di Architettura di Madrid, ottenendo nel 2001, il titolo di Ricercatrice.

Per un breve periodo fa parte della redazione della rivista spagnola Diseñart in cui si pubblica un lungo articolo SENZA BELLEZZA NON SI CURA sulla sua ricerca multidisciplinare dedicata alle cellule.

Convinta dell’importanza del dialogo multidisciplinare in un’epoca fortemente segnata dalla specializzazione, nel 2002 fonda a Madrid l’Atelier Meta-morphic, una piattaforma internazione per l’arte, la cultura e la ricerca, dal 2011 divenuto un’associazione e luogo di promozione culturale. Nello stesso anno prende forma il progetto LABORATORIO LIBERATORIO TERAPEUTICO, work in progress, e da allora collabora con scienziati, psicologi, medici e terapeuti.

Gli studi del Dr Masaru Emoto ispirano una serie di installazioni sull’acqua e collezioni di bottiglie con etichette dedicate alle emozioni positive.

Nel 2003 realizza il mondo immaginario e le architetture di Tangramville, la città per giocare, per il CD rom interattvio per l’insegnamento dell’architettura nella scuola primaria in collaborazione con lo Studio DAP di Milano, del critico Marco Brizzi di Firenze e del COAC (Collegio degli Architetti di Cataluña) con il Patrocinio della Comunità Europea con el Patrocinio de la Comunidad Europea (EUROPA 2000: “Architettura e Nuove Tecnologie”).

Colour Consultant (per professionisti, imprese e privati) crea una delle prime Colour Consultancy in Spagna e prepara corsi e seminari sul colore e il suo universo simbolico e culturale.

Ha organizzato il corso di teoria del colore alla Facoltà di Architettura all’Università S.E.K. di Segovia e una serie di seminari monocromatici (il Bianco, il Nero, il Rosso, l’Azzurro, il Verde, l’Oro, il Giallo) con un accento speciale sulla simbologia e le applicazioni a tutti gli ambiti sociali nel corso della storia.

Da questa prospectiva multidisciplinare nasce il progetto CREATIVE INSOMNIA (le prime notti creative multimediali sul colore come punto di partenza) che Claudia Bonollo (ideatrice del concetto) vuole aprire a persone provenienti da qualsiasi ambiente culturale che presentino un progetto interessante sul colore o su alcuni dei suoi aspetti multipli.

In questi anni realizza meta-progetti (architetture che nascono da un colore o che cambiano di colore a seconda delle diverse ore del giorno). Sviluppa in parallelo un forte interesse per l’arte digitale, producendo video installazioni sul colore nelle sue sfumature più visionarie e visualizzazioni cromatiche sui chakra.

Crea “installazioni totali”, spazi sensibili e numerose architetture effimere, combinando arte, architettura e vari elementi (reali e virtuali) tra di loro (luci, light-boxes, proiezioni, illuminazioni con leds, etc.) in una messa in scena calda che stimola i sensi ed esplora le emozioni più profonde.

Le stanze cromatiche e gli ologrammi del colore sono il risultato di un lungo processo creativo frutto di una ricerca incessante e sintesi sul colore. I mondi eterei racchiudono potenzialità materiche, spaziali, emozionali, spirituali e si convertono in autentici luoghi dell’anima, paradigmi metonimici tra la visione interna ed esterna.

uomo cubo

invito1

Nel 2008 invitata dalla Ambasciata Italiana, realizza uno SPAZIO CELLULARE (installazione sensibile con musica e proiezioni) nel patio dell’ISTITUTO ITALIANO di Madrid nella cornice del ciclo di conferenze sulle cellule e il rapporto tra scienza ed etica.

Riceve un’onorificenza per il concorso Ciencia y Sugerencia, per i suoi video in cui immagini scientifiche di partenza vengono elaborate e trasformate in altri elementi aperti a nuove interpretazioni.

La sua ultima ricerca artistica sul CORPO IMMAGINATO, riassunto di queste collaborazioni multidisciplinari, struttura la felicità come punto di vista biologico e le reazioni del corpo con uno stato di benessere. Il progetto è stato selezionato per gli “Incontri tra Immagine e Scienza” (appendice del CNRS francese) e per CAMERA, “Conseil Audiovisuel Mondial pour les Études et les Réalisations sur l’Art”.

L’interesse per le visioni del sufismo e del mondo persiano e gli studi sull’immaginazione attiva illustrati magistralmente da Henry Corbin e James Hillman, si arrichiscono di contributi filosofici e teologici negli incontri straordinari annuali organizzati dal (Centros Estudios Espirituales Comparados, Centro di Studi Spirituali comparati) ad Arenas de San Pedro.

Loft_Dic_0025

Sensibile all’ambiente e al territorio, sta realizzando da anni una ricerca sulle possibilità dell’ecosostenibilità in una zona industriale dismessa della Riviera del Brenta, in Veneto. L’idea è quella di far confluire tutti gli studi realizzati in un progetto autosufficiente da un punto di vista energetico e pensato per indurre sensazioni di benessere nei residenti.

Il progetto “6 LOFT TRA TRADIZIONE E AVANGUARDIA” è stato pubblicato e presentato in una conferenza e in una mostra, in occasione della programmazione culturale “SCHEGGE DI ARCHEOLOGIA INDUSTRIALE” dell’Ecomuseo Terre del Brenta.

Il suo lavoro è stato selezionato recentemente dall’AIAC (Associazione italiana critica e architettura) per il libro ARCHITETTI ITALIANI IN SPAGNA OGGI (selezione di 19 studi di architettura che si sono distinti per i loro percorsi nel panorama internazionale), accompagnato da una mostra itinerante che si è inagurata all’Instituto Cervantes di Roma ed è arrivata anche a Madrid alla Fundación de Castro durante la “Semana de la Arquitectura” del 2011.

Eco-designer, e interessata a sperimentare con materiali nuovi, realizza jardins d’hiver, installazioni organiche, oggetti vegetali di design e giardini verticali e onirici con piante naturali e piante stabilizzate per interni.

201310Estampa01

CREATIVE VERTICAL GARDENS Diseño: Claudia Bonollo

foto_JARDIN-3

“Hortus Conclusus” giardino onirico con piante stabilizzate e orchidee, Claudia Bonollo per Monamour Natural Design – Madrid

Biombo_Nature.02

La Cattedrale Vegetale , dettaglio del paravento, Claudia Bonollo per Monamour Natural Design – CASA DECOR 2012

201205CasaDecor14-1

La Cattedrale Vegetale, Claudia Bonollo per Monamour Ntural Design – Casa Decor 2012

olivo-02

Mandala con olivo e bonsais, Claudia Bonollo per Monamour Natural Design, Porcelanosa

jardin-desierto-17

Giardino giapponese con liane e monoliti, Claudia Bonollo per Monamour Natural Design – Porcelanosa

palmeral-01

Bosco di palme, Claudia Bonollo per Monamour Natural Design – Porcelanosa

jardin-alma-circular-02

Giardino dell’anima circolare, Claudia Bonollo per Monamour Natural Design

Le ultime creazioni di Claudia Bonollo, prodotte da Monamour Natural Design, sono state selezionate nel festival “L’émoi du design”, evento patrocinato dall’Ambasciata di Francia e dall’istituto Francese di Madrid, esposte nella mostra “Organiques” presente nell’edizione 2012 di Casa Decor e nelle ultime 5 edizioni di ESTAMPA DESIGN PARTNERS.

In qualità di Art Director e Head Designer di Monamour Natural Design, fonda lo studio di paesaggismo per interni.

Nel 2014, si classifiva al II posto nel Concorso Pida-Paesaggio con l’installazione effimera THE POP-UP GARDEN AT THE WESTIN PALACE.

The Pop-Up Garden by Monamour04

The Pop-up Garden at the Westin Palace, Claudia Bonollo for Monamour Natural Design

E nel 2016 realizza una “Tassonomia Organica”  per il Real Jardín Botanico di Madrid.

201606 Botanico04

Tassonomia Organica, Claudia Bonollo per Monamour Natural Design – Real Jardín Botanico

P1010660

Flora, Claudia Bonollo, vestito vegetale per Monamour Natural Design/Fashion Art Institute – Bruxelles

ITALY_CLAUDIA BONOLLO

Flora, la Diosa Romana en clave contemporánea, Claudia Bonollo, Italia

Uno degli ultimi lavori, un vestito vegetale che interpreta in chiave contemporanea “Flora” la Dea Romana della Eterna Primaverà, rappresenta l’Italia a Bruxelles al Parlamento Europeo. La mostra itinerante, organizzata da Fashion Art Institute, in cui sono presenti 28 vestiti creati dai 28 artisti selezionati per rappresentare i 28

Paesi della Comunità Europea, viaggerà posteriormente negli Stati Uniti e in Asia.

Tra il 2016/2017 realizza con Monamour Natural Design, due giardini onirici per Clorofilla Digital: SINFONIA CROMATICA a Madrid e IL GIARDINO DELL’ANIMA a Sevilla.

17022369_1405017089570482_4771815798304350982_n

Sinfonía Cromática, Claudia Bonollo para Monamour Natural Design – Clorofila Digital Madrid 2016

DSC00113

IL GIARDINO DELL’ ANIMA “El Jardín del Alma”, Claudia Bonollo para Monamour Natural Design – Clorofila Digital – Sevilla 2017

Dal 2014 forma parte della Piattaforma VIDEOS DE AUTOR e una delle sue opere di video-arte, LA CELLULA CITTÀ, viene selezionata nella mostra “SOCIAL CITIES – Self Identities, Common Places” e nella programmazione del festival internazionale di performance e cinema indipendente durante il 71o Festival del Cinema di Venezia.

tiroide claudia2

La cellula città, Claudia Bonollo

Partecipa con “LA HABITACIÓN CUÁNTICA” nella mostra “CRUCES Y CONVERGENCIAS”,  mostra curata da Cecilia Canal nel Museo La Neomudejar di Madrid.

Ha esposto a Londra, Berlino, Parigi, Madrid, Bruxelles, Barcellona, Marbella, Ibiza, Taipei, Hong Kong, Roma, Bologna, Firenze, Venezia e Milano in personali e collettive e alcune delle sue opere sono presenti in collezioni pubbliche e private.

Il lavoro è stato pubblicato nelle principali riviste d’arte, di design e di architettura.

CLAUDIA BONOLLO WEB: web:

http://www.claudiabonollo.com

sulla ricerca IL CORPO IMMAGINATO a Parigi:

http://www.ilcorpoimmaginato.com

blog:
CLAUDIA BONOLLO ATELIER:

https://claudiabonolloatelier.wordpress.com/

ATELIER META-MORPHIC:

https://ateliermetamorphic.wordpress.com/

CREATIVE INSOMNIA:

https://creativeinsomia.wordpress.com

 

183891_433423443389140_158321682_n

 

Ha esposto a Londra, Berlino, Parigi, Madrid, Barcellona, Marbella, Ibiza, Taipei, Hong Kong, Roma, Firenza, Venezia e Milano. Le sue opere sono presenti in molte collezioni pubbliche e private, e sono state pubblicate nelle principali riviste d’arte, di design e architettura. 

CLAUDIA BONOLLO sul WEB:

You tube, canale di Claudia Bonollo: http://www.youtube.com/user/claudiabonollo

LinkedIn: http://www.linkedin.com/profile/view?id=46903116&locale=en_US&trk=tab_pro

Facebook: https://www.facebook.com/profile.php?id=100002290720324

Sulla ricerca sul CORPO IMMAGINATO: www.elcuerpoimaginado.com

Architettura: http://www.edilportale.com/claudia-bonollo/153911/

Pagina web: www.claudiabonollo.com

Blog: http://creativeinsomnia.wordpress.com

Anuncios

Responder

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Cerrar sesión / Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Cerrar sesión / Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Cerrar sesión / Cambiar )

Google+ photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google+. Cerrar sesión / Cambiar )

Conectando a %s